e la nave va

“Con ‘E la nave va’ (1983) approdo di personaggi e situazioni tra melodramma e amarezza tragicomica, Fellini torna a infilare nostalgie, ricordi, sogni, aneddoti, simboli, macchiette, incanalandoli in un racconto sontuoso d’artificio con musica operistica ottocentesca di convenzione, nell’inquieta speranza di poter ridominare un senso ormai immedicabile di angoscia e di morte con un affondo plateale, decadente e romantico insieme, nel gran fiume ampolloso della tradizione musicale d’opera italiana. Prova ne sia che ad ogni slargo delle immagini sul versante musicale, il film acquista di colpo un suo malioso mordente. Lo è agli inizi, quando il prologo, con immagini mute, fotogrammi seppiati, striati a pioggia, didascalie stile floreale, movimenti pupazzeschi, accelerati, dei personaggi che vengono ed escono dal quadro non senza cercare curiosamente l’impatto con l’obiettivo, senza rumori esterni se non quello di un fantomatico apparecchio di ripresa e proiezione, lascia gradualmente posto, con modifiche appena avvertite, prima a qualche intrigo sonoro, poi ad alcune battute, quindi a un avvio breve del mentore dell’azione scenica, un cronista d’epoca inviato sul posto, e infine al canto corale di tutti gli astanti.” (Alberto Pesce, “Oltre lo schermo”, Morcelliana, 1988).

Martedì 10 giugno ore 21.00 alla sede di Rythmus.

E la nave va


Anno: 1983
Durata: 132
Origine: FRANCIA, ITALIA
Genere: DRAMMATICO
Tratto da Testi delle opere liriche di Andrea Zanzotto
Produzione: RAI RADIOTELEVISIONE ITALIANA, VIDES CINEMATOGRAFICA, GAUMONT, FILMS A2, S.I.M. SPA
Distribuzione: GAUMONT

Regia: Federico Fellini
Attori: Freddie Jones, Barbara Jefford, Victor Poletti, Peter Cellier, Elisa Mainardi, Norma West, Paolo Paoloni, Sarah Jane Varley, Fiorenzo Serra, Pina Bausch, Pasquale Zito
Soggetto: Federico Fellini, Tonino Guerra
Sceneggiatura: Federico Fellini, Tonino Guerra
Fotografia: Giuseppe Rotunno
Musiche: Gianfranco Plenizio
Montaggio: Ruggero Mastroianni
Scenografia: Dante Ferretti
Costumi: Maurizio Millenotti
Effetti: Adriano Pischiutta

Trama: Italia, luglio 1914. Un transatlantico salpa da Napoli, carico di bella gente, verso un’isola dell’Egeo per trasportarvi le ceneri della celebre cantante Edmea Tetua. Diario della vita di bordo: tutto quel che vi succede fin quando v’irrompe la Storia: è cominciata la prima guerra mondiale.

~ di jakpae su 9 giugno, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: