Il treno per il Darjeeling

Il viaggio di Wes Anderson e dei suoi personaggi anziché appropriarsi di luoghi e vicende, è un itinerario di straniamento, di disperdimento (psicofisico), compiuto per lo più attraverso veicoli retrò: non solo, propriamente, mezzi i di locomozione (come il sottomarino pittoresco di Zissou o i treni e le auto scalcinate per il Darjeeling), ma in genere oggetti (feticci) tratti dagli anni Settanta che non sono ornamentali ma determinano profondamente i movimenti dei soggetti.

Così gli abiti, gli arredi, i suppellettili, insieme alla commistione di musiche, scandiscono lo svolgersi di un altro tempo, che non è il passato, ma una strana attualità, un mondo vagamente contemporaneo che tende ad eludere le problematiche sociali in favore dell’abbozzo psicologico ed emotivo degli individui, ridotti allora a meri personaggi che galleggiano in una dimensione reinventata.

E’ un cinema analogico (antidigitale), che non vuole chiudersi e raccordarsi immediatamente secondo aneddoti riconoscibili, fruibili, ma si svolge per continue divagazioni, circonvoluzioni, come nel cinema di Jarmush e, ora, Baumbach, e come l’immaginazione infantile, come la sua tensione ad errare e a perdersi. (l.a.)

Proiezioni ore 19 e 21 di giovedì 23 ottobre al Cinema Grande di Altamura; dopo film la serata continua al pub-birreria La Corte di Worms con una birra offerta agli spettatori di Millennium Mambo

Il treno per il Darjeeling

Anno: 2007
Titolo Originale: The Darjeeling Limited
Durata: 91′
Origine: USA
Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO
Produzione: WES ANDERSON, SCOTT RUDIN, ROMAN COPPOLA, LYDIA DEAN PILCHER PER AMERICAN EMPIRICAL PICTURES, CINE MOSAIC, SCOTT RUDIN PRODUCTIONS
Distribuzione: 20TH CENTURY FOX ITALIA (2008)
Regia: Wes  Anderson
Attori: Owen Wilson, Adrien Brody, Jason Schwartzman, Anjelica Huston, Amara Karan, Camilla Rutherford, Irfan Khan, Natalie  Portman, Wallace Wolodarsky, Bill  Murray
Soggetto: Wes Anderson, Jason Schwartzman, Roman Coppola,
Sceneggiatura: Wes Anderson, Jason Schwartzman, Roman Coppola
Fotografia: Robert D. Yeoman
Montaggio: Andrew Weisblum
Scenografia: Mark Friedberg

Trama: Dopo la morte del loro padre, Francis, il maggiore dei tre Whitman, decide di chiedere ai suoi fratelli, Peter e Jack, di fare un lungo viaggio in treno attraverso l’India, dove incontreranno la loro madre che si è ritirata in un convento. Tutti e tre insieme per cercare di ricostruire il legame tra di loro, ma una serie di disavventure trasformano il loro viaggio in qualcosa di diverso…

Annunci

~ di rythmuscineforum su 22 ottobre, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: